©2018Tutti i contenuti presenti sono di esclusiva proprietà di “Dance Team a.s.d.” sono vietati l’utilizzo e la riproduzione. Scarica la locandina dell’evento (clicca sull’immagine, nella finestra che si aprirà clicca col pulsante destro e fai “salva con nome” o “stampa”) Scarica la modulistica per partecipare all’evento (clicca su ogni immagine, nella finestra che si aprirà clicca col pulsante destro e fai “salva con nome” o “stampa”) Concorso Nazionale di Danza “Vercelli ‘n Danza” 4° Edizione Classica - Moderno - Contemporanea Composizione Coreografica Francesco Gammino Approfondisce i suoi studi nel contemporaneo presso la compagnia "Aterballetto" e da lì affiancherà Monica Casadei, "ArtemisDanza" nel debutto di "TocataRea". Recentemente impegnato nella stagione di opera dell'Arena di Verona e da 4 anni nel cast del tour internazionale del musical "Notre Dame De Paris", di Riccardo Cocciante. Ha un'esperienza pluriennale come danzatore in varie compagnie tra cui la "Spellbound Dance Company" di Mauro Astolfi. È invitato a partecipare come insegnante in vari stage internazionali, e come coreografo firma "Terraferma" con Agora Coaching Project e "Sinfonia Barocca" per Professione Danza Parma, entrambi presentati alla serata di giovani coreografi presso la sede dell'Aterballetto di Reggio Emilia. Dal 2013 fa parte del corpo docenti del Corso di Formazione Professionale per Danzatori di Professione Danza Parma Sabatino D’Eustacchio Si è formato in Italia e all’estero, ha approfondito il suo percorso da coreografo lavorando come docente presso la scuola “Broadway Dance Center” di New York. Ha lavorato con numerosi coreografi di fama mondiale come Daniel Ezralow, Giuliano Peparini, Luca Tommassini, Franco Miseria e tanti altri. Ha lavorato anche in diverse trasmissioni televisive ed in teatro è stato ballerino nel cast dell’Opera “Tosca amore disperato” musiche di Lucio Dalla; è stato ballerino nell’Opera “Il principe della gioventù”. Ha danzato con artisti di grande successo come Kylie Minogue, Rihanna, Elisa e altri ancora. Nel 2003/2004 è stato allievo nella scuola di Amici, terza edizione. Successivamente ha partecipato anche come ballerino professionista. Maurizio Tamellini Nel 1975 ottiene una borsa di studio per l'ingresso alla prestigiosa "Accademia Nazionale di Danza" di Roma, dal 1977 si trasferisce a Parigi ed entra nella Compagnia del "Ballet Classique de Paris", partecipa agli spettacoli con il corpo di ballo dell' "Arena di Verona", e al "Teatro Comunale" di Firenze. Nel 1980 accede al corpo di ballo del "Teatro alla Scala" di Milano interpretando vari ruoli solistici. Nel 1985 Roland Petit lo invita come solista nel suo "Ballet National de Marseille" Nel corso della sua carriera è stato invitato a dare lezioni di repertorio e di classico-accademico in affermate e prestigiose Accademie e scuole di danza sia in Italia che all'estero. Ultimamente si è dedicato assiduamente all'insegnamento classico-accademico promuovendo stages e preparando allievi per audizioni e concorsi in vari teatri italiani e stranieri. Nel 2010 è stato nominato Direttore Artistico Dipartimento Danza del Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana (LU) 2010/2016. E' presente nelle più prestigiose giurie in qualità di Presidente e in famosi Concorsi e Rassegne di Danza. Collabora con Principessa Dancing School di Milano diretta dal M.° R. Fascilla. Docente di Danza classica nel 2014 alle Residenze Artistiche del Premio M.A.B di Milano. Da settembre 2016 e' Docente di Danza classica-accademica per lezioni professionisti presso M.A.S. di Milano. La Giuria La Location Dopo il crollo del Teatro dei Nobili, avvenuto nel 1798, la nascita del teatro è da collegarsi alla nascita di una Società di nobili cittadini vercellesi che con l'acquisto di un nuova area in Via Monte di Pietà nel periodo 1812-1815 fece costruire a Vercelli un teatro nuovo, con quattro ordini di palchi, su progetto dell'Architetto Nicola Nervi che costituirà il teatro in uso fino agli Anni '20 "A decoro della Patria, svago dei cittadini e dei forestieri" come recitava la scritta apposta sulla facciata. Il teatro viene inaugurato il 4 luglio 1815 con l'opera in musica "Evelina". Da tale data fino agli Anni '40 prevale la lirica e la danza e non mancano gli spettacoli drammatici. Nel 1842 il teatro, dopo alcuni cambiamenti di proprietà, viene ceduto al Comune di Vercelli che, in modo più adeguato di un privato, può garantire la continuità e la qualità degli spettacoli. Fu uno dei primi teatri in Piemonte ad avere l'illuminazione a gas, nel 1855. L'apertura nel 1872 del Teatro Fachinetti (il futuro Teatro Verdi, oggi non più esistente) provoca una progressiva diminuzione dell'attività del Teatro Civico. Dal 1909, data in cui inizia la propria attività il Cinema Centrale e con la completa monopolizzazione da parte di Facchinetti della prosa teatrale, si assiste al declino del Teatro Civico e alla sua distruzione nel 1923 causata da un incendio doloso che rende inagibile il complesso. Nel 1929 vengono iniziati i lavori conclusi il 18 ottobre 1931 con l'inaugurazione celebrata dall'opera Aida di Giuseppe Verdi. Il teatro fu ricostruito con una grande platea ed un solo ordine di palchi. Il vero salto di qualità della produzione teatrale si ha però solo verso gli Anni '60 quando inizia la collaborazione con il Teatro Stabile di Torino e successivamente con la fondazione "Circuito Teatrale" di Torino. Nel 2010 il Teatro è stato chiuso per 6 mesi e riaperto il 3 dicembre dello stesso anno. Teatro Civico di Vercelli